in “Favole da Incubo”

Dieci casi di cronaca nera tra i più sconvolgenti degli ultimi anni. La criminologa da sempre in prima linea contro la violenza sulle donne. Un’analisi lucida e necessaria degli stereotipi di genere che hanno provocato queste tragedie annunciate, per sconfiggerli una volta per tutte.

I maschi sono intelligenti, le femmine sono utili. I maschi sono “progettati” per comandare, le femmine per accudire. Gli uomini devono provvedere economicamente alla famiglia e realizzarsi nel lavoro, le donne devono stare a casa. Questi sono solo alcuni degli stereotipi di genere più comuni che ancora permeano la nostra cultura. Pensate che siano in gran parte retaggi di un passato ormai superato? No non è affatto così. Gli stereotipi di genere sono tra noi, ogni giorno. E no, non sono affatto “innocui”, come molti sembrano considerarli. Attraverso la ricostruzione di dieci casi di femminicidio tra i più sconvolgenti degli ultimi anni, Roberta Bruzzone analizza i principali preconcetti culturali e sociali che hanno operato in queste vicende inconcepibili, eppure reali. Stereotipi, pregiudizi e tabù a cui hanno obbedito un po’ tutti: le vittime, gli assassini, l’opinione pubblica e perfino i media che ne hanno parlato. Il quadro che ne emerge non è consolatorio: le idee sessiste sono ancora molto radicate, in ognuno di noi, senza distinzioni di condizione economica e culturale. Lungi dal voler giudicare, ma con lucidità e senza fare sconti a nessuno, Favole da incubo intende aiutarci a prendere coscienza di quelle voci che parlano dentro di noi, spingendoci ancora, nostro malgrado, a fare distinzioni di genere nella vita di ogni giorno. Perché la presa di coscienza è il primo, necessario passo per cominciare a scardinare questi schemi mentali e fare in modo che crimini tanto orribili non trovino più un terreno in cui mettere radici, crescere e riprodursi. Intervenire in tempo per fermare l’escalation è possibile, e soprattutto è possibile innescare quel profondo cambiamento culturale che può mettere fine una volta per tutte alla violenza sulle donne.

BIGLIETTI ESAURITI

INFO EVENTO: Scoppio Spettacoli | 0437 948874

Rhapsody

Una favola quella di Freddie e dei Queen fatta rivivere dalla penna di uno dei più prestigiosi autori italiani, Francesco Freyrie.
Uno spettacolo nello spettacolo dove VIDEO, MUSICA e FAVOLA si intrecciano in un crescendo di emozioni, dagli esordi ad A Night at the Opera, dal Live Aid a Wembley.
Con la regia di Daniele Sala per rivivere sul palco la leggenda di una band che ha scritto la storia…del Rock e non solo.
Con un contributo straordinario di KATIA RICCIARELLI.

BIGLIETTI ESAURITI

INFO EVENTO: Scoppio Spettacoli | 0437 948874

in “Comincium – La commedia”

in “Perfetta”

Russian Classical Ballet

INFO EVENTO: Scoppio Spettacoli | 0437 948874

“Sono cambiato”

Riflessi di speranza

“Tutti i sogni ancora in volo”

in “Prendetevi la luna”

Incontro tanta gente, mi chiedo che cosa possono volere da me. Certamente una guida, una speranza, forse perfino una luce che accendo i cuori di giovani e meno giovani. C’è sete e fame di parole, di pensiero. Cercano un’eresia in un mondo codificato. Non posso che dire loro ciò che mi sono ripetuto per anni lungo il corso della mia vita: “prendetevi la luna”. Siate ambiziosi, cercate la vostra unicità. Bisogna avere la fronte alta e continuare a sognare. Il pericolo è nella bonaccia delle emozioni, nella rassegnazione, è in chi semina accidia e smarrimento come se fosse la regola del più aggiornato marketing dell’esistenza. Opporsi a tutto questo è il mio desiderio, la mia missione, la ragione per cui continuo a peregrinare nelle piazze e nei teatri. Cerco libertà, passione, coraggio. Il resto è noia.

BIGLIETTI ESAURITI

INFO EVENTO: Scoppio Spettacoli | 0437 948874

Live 2023

in “Tel chi Filippo!”

in “Dodici note solo Bis”

EVENTO IN COLLABORAZIONE CON

concerto/tributo

Sul palco:
Voce – Carlo Costa
Synth, minimoog, voce – Massimiliano Salani
Tastiere, minimoog, voce – Felicity Lucchesi
Chitarra acustica, nylon, bouzouki, voce – Emmanuele Modestino
Chitarra elettrica, chitarra acustica, berimbeau, guitalele – Giacomo Dell’Immagine
Basso, voce – Luca Santangeli
Flauto, ocarina, voce – Eanda Lutaj
Batteria – Alessandro Matteucci
Scopri la band di De Andrè, La Storia

Eri con me

Concerto/Tributo a Lucio Battisti

“Reload”