in “Del mio meglio”

in “Eleganzissima”

😷 INFORMATIVA COVID
Per accedere è necessario il green pass.
I biglietti sono nominali: al momento dell’acquisto è necessario indicare i dati di ogni spettatore (all’ingresso sarà necessario esibire un documento).

Il recital scritto e interpretato da Drusilla Foer, in una nuova versione aggiornata, prosegue il suo viaggio raccontando gli aneddoti tratti dalla vita straordinaria di Madame Foer, vissuta fra l’Italia, Cuba, l’America e l’Europa, e costellata di incontri e grandi amicizie con persone fuori dal comune e personaggi famosi, fra il reale e il verosimile. In “Eleganzissima”, essenziali al racconto biografico sono le canzoni, che Drusilla interpreta dal vivo accompagnata dai suoi musicisti.
Il recital, ricco di musica, svela un po’ di lei: familiare per i suoi racconti così confidenziali e unica, per quanto quei ricordi sono eccezionali e solo suoi. Il pubblico si trova coinvolto in un viaggio nella realtà così poco ordinaria di un personaggio realmente straordinario, in un’alternanza di momenti che strappano la risata e altri dall’intensità commovente.
La produzione è della Best Sound di Franco Godi, compositore per la pubblicità, per la tv e per il cinema fin dagli anni ’60, nonchè scopritore e artefice dell’hip hop di successo in Italia dagli anni 90 a oggi.

INFO SPETTACOLO: Centro Servizi S. Chiara | 0461 213834

EVENTO IN COLLABORAZIONE CON

in “Noi – Mille volti e una bugia”

😷 INFORMATIVA COVID
Per accedere è necessario il super green pass.
I biglietti sono nominali: al momento dell’acquisto è necessario indicare i dati di ogni spettatore (all’ingresso sarà necessario esibire un documento).

Andrea Sasdelli alias Giuseppe Giacobazzi, ovvero l’uomo e la sua maschera.
Un dialogo, interiore ed esilarante, di 25 anni di convivenza a volte forzata.
25 anni fatti di avventure ed aneddoti, situazioni ed equivoci, gioie e malinconie, sempre spettatori e protagonisti di un’epoca che viaggia a velocità sempre maggiore. Dove in un lampo si è passati dalla bottega sotto casa alle “app” per acquisti, dal ragù sulla stufa ai robot da cucina programmabili con lo smartphone; il tutto vissuto dall’uomo Andrea e raccontato dal comico Giacobazzi. Come in uno specchio, o meglio come in un ritratto (l’omaggio a Dorian Gray è più che voluto), dove questa volta ad invecchiare è l’uomo e non il ritratto.
Sono proprio questi i “NOI” che vediamo riflessi nei nostri mille volti (i rimandi letterari non mancano, dal già citato Wilde a Pirandello, da Orwell a Hornby), convivendo, spesso a fatica con la bugia del compiacerci e del voler piacere a chi ci sta di fronte.
È uno spettacolo che con ironia e semplicità cerca di rispondere ad un domanda: “Dove finisce la maschera e dove inizia l’uomo?”, che poi è il problema di tutti, perché tutti noi conviviamo quotidianamente con una maschera.

INGRESSO
Platea €40,0(€35,0 + €5,0 diritti)
Galleria €29,50 (€26,0 + €3,5 diritti)

PREVENDITA
Fondazione Teatro Comunale | 0471 053 800
Azienda di soggiorno Bolzano | 0471 307 000
Tabaccheria da Tito | 0471 931533
Casse di Risparmio | elenco

VENDITA ON LINE

in “Noi – Mille volti e una bugia”

😷 INFORMATIVA COVID
Per accedere è necessario il super green pass.
I biglietti sono nominali: al momento dell’acquisto è necessario indicare i dati di ogni spettatore (all’ingresso sarà necessario esibire un documento).

Andrea Sasdelli alias Giuseppe Giacobazzi, ovvero l’uomo e la sua maschera.
Un dialogo, interiore ed esilarante, di 25 anni di convivenza a volte forzata.
25 anni fatti di avventure ed aneddoti, situazioni ed equivoci, gioie e malinconie, sempre spettatori e protagonisti di un’epoca che viaggia a velocità sempre maggiore. Dove in un lampo si è passati dalla bottega sotto casa alle “app” per acquisti, dal ragù sulla stufa ai robot da cucina programmabili con lo smartphone; il tutto vissuto dall’uomo Andrea e raccontato dal comico Giacobazzi. Come in uno specchio, o meglio come in un ritratto (l’omaggio a Dorian Gray è più che voluto), dove questa volta ad invecchiare è l’uomo e non il ritratto.
Sono proprio questi i “NOI” che vediamo riflessi nei nostri mille volti (i rimandi letterari non mancano, dal già citato Wilde a Pirandello, da Orwell a Hornby), convivendo, spesso a fatica con la bugia del compiacerci e del voler piacere a chi ci sta di fronte.
È uno spettacolo che con ironia e semplicità cerca di rispondere ad un domanda: “Dove finisce la maschera e dove inizia l’uomo?”, che poi è il problema di tutti, perché tutti noi conviviamo quotidianamente con una maschera.

INGRESSO
Platea €36,5 (€32,0 + €4,5 diritti)
Galleria €28,5 (€25,0 + €3,5 diritti)

PREVENDITA
Schio: Fondazione Teatro Civico Schio | 0445 525577
Schio: Discovery | 0445 523985
Schio: Posta Express | 0445 528825
Thiene: Tabaccheria Punto Servizi Balasso | 0445 370388
Malo: Il Cardinale | 0445 581284

VENDITA ON LINE

INFO SPETTACOLO: Fondazione Teatro Civico | 0445 525577

EVENTO IN COLLABORAZIONE CON

in “Noi – Mille volti e una bugia”

😷 INFORMATIVA COVID
Per accedere è necessario il green pass.
I biglietti sono nominali: al momento dell’acquisto è necessario indicare i dati di ogni spettatore (all’ingresso sarà necessario esibire un documento).

Andrea Sasdelli alias Giuseppe Giacobazzi, ovvero l’uomo e la sua maschera.
Un dialogo, interiore ed esilarante, di 25 anni di convivenza a volte forzata.
25 anni fatti di avventure ed aneddoti, situazioni ed equivoci, gioie e malinconie, sempre spettatori e protagonisti di un’epoca che viaggia a velocità sempre maggiore. Dove in un lampo si è passati dalla bottega sotto casa alle “app” per acquisti, dal ragù sulla stufa ai robot da cucina programmabili con lo smartphone; il tutto vissuto dall’uomo Andrea e raccontato dal comico Giacobazzi. Come in uno specchio, o meglio come in un ritratto (l’omaggio a Dorian Gray è più che voluto), dove questa volta ad invecchiare è l’uomo e non il ritratto.
Sono proprio questi i “NOI” che vediamo riflessi nei nostri mille volti (i rimandi letterari non mancano, dal già citato Wilde a Pirandello, da Orwell a Hornby), convivendo, spesso a fatica con la bugia del compiacerci e del voler piacere a chi ci sta di fronte.
È uno spettacolo che con ironia e semplicità cerca di rispondere ad un domanda: “Dove finisce la maschera e dove inizia l’uomo?”, che poi è il problema di tutti, perché tutti noi conviviamo quotidianamente con una maschera.

INFO SPETTACOLO: Centro Servizi S. Chiara | 0461 213834

EVENTO IN COLLABORAZIONE CON

“Dizionario Balasso”

😷 INFORMATIVA COVID
Per accedere è necessario il super green pass.
I biglietti sono nominali: al momento dell’acquisto è necessario indicare i dati di ogni spettatore (all’ingresso sarà necessario esibire un documento).

C’è un grande libro al centro del palco, al suo interno troviamo oltre duecentocinquanta lemmi incolonnati come in un dizionario. E’ un libro che consulteremo col pubblico, pieno di parole in cerca di definizione. Ma non cercheremo le parole, saranno le parole a trovare noi.
A seconda della parola casualmente trovata, Balasso improvviserà monologhi a partire dalla definizione del lemma.
Il Dizionario Balasso è un corollario al precedente monologo Velodimaya, sulla nostra comprensione del mondo. Ciò che governa questo nuovo monologo è la parola “definizione”, questo termine sarà disinnescato e raccontato perché la definizione è ciò che ci fa vedere il mondo in maniera distorta, che ci fa credere che la Verità sia una sentenza “definitiva”.
La parola porta già nel suo corpo la menzogna perché ogni significato ha confidenza col suo contrario, così che si può estendere a tutti gli umani quel che Don De Lillo scrive nel suo magnifico Cosmopolis: “Mentire è il tuo modo di parlare”.
Nel mondo contemporaneo le parole diventano “tag”, cioè etichettano le cose come si etichettano le mele: una ad una con lo stesso disegno. Il tag è definitivo per definizione, è la modalità tranciante in cui rientra la nostra comprensione della società. Ogni concetto è una scatola chiusa di cui leggiamo solo l’etichetta: il tag. Cosa c’è nella scatola? Perché ci ostiniamo a tenerle chiuse quelle scatole? E’ qui che Balasso si produrrà nell’arte in cui è ormai specializzato: rompere le scatole.

INGRESSO
Platea A €32,0 (€28,0 + €4,0 diritti)
Platea B €28,5 (€25,0 + €3,5 diritti)

PREVENDITA
Trieste: TicketPoint | 040 3498277
Trieste: Bagolandia | 040 3481074
Trieste: Sinfonia Viaggi | 040 370370
Muggia: La Rambla Viaggi | 040 271754
Ronchi dei Legionari: Pepa&C. | 0481 281005

VENDITA ON LINE

INFO SPETTACOLO: Scoppio Spettacoli | 0437 948874

“Dizionario Balasso”

😷 INFORMATIVA COVID
Per accedere è necessario il green pass.
I biglietti sono nominali: al momento dell’acquisto è necessario indicare i dati di ogni spettatore (all’ingresso sarà necessario esibire un documento).

C’è un grande libro al centro del palco, al suo interno troviamo oltre duecentocinquanta lemmi incolonnati come in un dizionario. E’ un libro che consulteremo col pubblico, pieno di parole in cerca di definizione. Ma non cercheremo le parole, saranno le parole a trovare noi.
A seconda della parola casualmente trovata, Balasso improvviserà monologhi a partire dalla definizione del lemma.
Il Dizionario Balasso è un corollario al precedente monologo Velodimaya, sulla nostra comprensione del mondo. Ciò che governa questo nuovo monologo è la parola “definizione”, questo termine sarà disinnescato e raccontato perché la definizione è ciò che ci fa vedere il mondo in maniera distorta, che ci fa credere che la Verità sia una sentenza “definitiva”.
La parola porta già nel suo corpo la menzogna perché ogni significato ha confidenza col suo contrario, così che si può estendere a tutti gli umani quel che Don De Lillo scrive nel suo magnifico Cosmopolis: “Mentire è il tuo modo di parlare”.
Nel mondo contemporaneo le parole diventano “tag”, cioè etichettano le cose come si etichettano le mele: una ad una con lo stesso disegno. Il tag è definitivo per definizione, è la modalità tranciante in cui rientra la nostra comprensione della società. Ogni concetto è una scatola chiusa di cui leggiamo solo l’etichetta: il tag. Cosa c’è nella scatola? Perché ci ostiniamo a tenerle chiuse quelle scatole? E’ qui che Balasso si produrrà nell’arte in cui è ormai specializzato: rompere le scatole.

INFO SPETTACOLO: Centro Servizi S. Chiara | 0461 213834

EVENTO IN COLLABORAZIONE CON

“Dizionario Balasso”

😷 INFORMATIVA COVID
Per accedere è necessario il super green pass.
I biglietti sono nominali: al momento dell’acquisto è necessario indicare i dati di ogni spettatore (all’ingresso sarà necessario esibire un documento).

C’è un grande libro al centro del palco, al suo interno troviamo oltre duecentocinquanta lemmi incolonnati come in un dizionario. E’ un libro che consulteremo col pubblico, pieno di parole in cerca di definizione. Ma non cercheremo le parole, saranno le parole a trovare noi.
A seconda della parola casualmente trovata, Balasso improvviserà monologhi a partire dalla definizione del lemma.
Il Dizionario Balasso è un corollario al precedente monologo Velodimaya, sulla nostra comprensione del mondo. Ciò che governa questo nuovo monologo è la parola “definizione”, questo termine sarà disinnescato e raccontato perché la definizione è ciò che ci fa vedere il mondo in maniera distorta, che ci fa credere che la Verità sia una sentenza “definitiva”.
La parola porta già nel suo corpo la menzogna perché ogni significato ha confidenza col suo contrario, così che si può estendere a tutti gli umani quel che Don De Lillo scrive nel suo magnifico Cosmopolis: “Mentire è il tuo modo di parlare”.
Nel mondo contemporaneo le parole diventano “tag”, cioè etichettano le cose come si etichettano le mele: una ad una con lo stesso disegno. Il tag è definitivo per definizione, è la modalità tranciante in cui rientra la nostra comprensione della società. Ogni concetto è una scatola chiusa di cui leggiamo solo l’etichetta: il tag. Cosa c’è nella scatola? Perché ci ostiniamo a tenerle chiuse quelle scatole? E’ qui che Balasso si produrrà nell’arte in cui è ormai specializzato: rompere le scatole.

INGRESSO
Platea e Galleria centrale €33,0 (€29,0 + €4,0 diritti)
Galleria laterale €26,0 (€23,0 + €3,0 diritti)
Loggione (non numerato) €20,5 (€18,0 + € 2,5 diritti)

PREVENDITA
Belluno: Scoppio Spettacoli | 0437 948874
Conegliano: Jungle Records | 0438 410746
Castelfranco Veneto: De Santi | 0423 492743
Montebelluna: Compact | 0423 300377
Roncade: Hamearis Tour | 0422 842403

VENDITA ON LINE

INFO SPETTACOLO: Scoppio Spettacoli | 0437 948874

“Samusà”

😷 INFORMATIVA COVID
Per accedere è necessario il green pass.
I biglietti sono nominali: al momento dell’acquisto è necessario indicare i dati di ogni spettatore (all’ingresso sarà necessario esibire un documento).

“Vuole sparare? Si vince sempre!” è la frase che ho ripetuto più volte nella mia vita.
“Stai dritta che siamo al pubblico!” è quella che mi sono sentita ripetere.
Sono nata e cresciuta dentro un luna park, facevo i compiti sulla nave pirata, cenavo caricando i fucili, il primo bacio l’ho dato dietro il bruco mela.
Poi il parco ha chiuso, le giostre sono scappate e adesso sono ovunque: le attrazioni sono io e siete voi.
Tutto quello che siamo diventati stupisce quanto un giro sulle montagne russe, e confonde più di una passeggiata tra gli specchi deformanti.
Prendete posto. Altro giro altra corsa.

EVENTO IN COLLABORAZIONE CON

“Samusà”

😷 INFORMATIVA COVID
Per accedere è necessario il green pass.
I biglietti sono nominali: al momento dell’acquisto è necessario indicare i dati di ogni spettatore (all’ingresso sarà necessario esibire un documento).

“Vuole sparare? Si vince sempre!” è la frase che ho ripetuto più volte nella mia vita.
“Stai dritta che siamo al pubblico!” è quella che mi sono sentita ripetere.
Sono nata e cresciuta dentro un luna park, facevo i compiti sulla nave pirata, cenavo caricando i fucili, il primo bacio l’ho dato dietro il bruco mela.
Poi il parco ha chiuso, le giostre sono scappate e adesso sono ovunque: le attrazioni sono io e siete voi.
Tutto quello che siamo diventati stupisce quanto un giro sulle montagne russe, e confonde più di una passeggiata tra gli specchi deformanti.
Prendete posto. Altro giro altra corsa.

EVENTO IN COLLABORAZIONE CON

“Samusà”

😷 INFORMATIVA COVID
Per accedere è necessario il green pass.
I biglietti sono nominali: al momento dell’acquisto è necessario indicare i dati di ogni spettatore (all’ingresso sarà necessario esibire un documento).

“Vuole sparare? Si vince sempre!” è la frase che ho ripetuto più volte nella mia vita.
“Stai dritta che siamo al pubblico!” è quella che mi sono sentita ripetere.
Sono nata e cresciuta dentro un luna park, facevo i compiti sulla nave pirata, cenavo caricando i fucili, il primo bacio l’ho dato dietro il bruco mela.
Poi il parco ha chiuso, le giostre sono scappate e adesso sono ovunque: le attrazioni sono io e siete voi.
Tutto quello che siamo diventati stupisce quanto un giro sulle montagne russe, e confonde più di una passeggiata tra gli specchi deformanti.
Prendete posto. Altro giro altra corsa.

EVENTO IN COLLABORAZIONE CON

in “Noi – Mille volti e una bugia”

😷 INFORMATIVA COVID
Per accedere è necessario il green pass.
I biglietti sono nominali: al momento dell’acquisto è necessario indicare i dati di ogni spettatore (all’ingresso sarà necessario esibire un documento).

Andrea Sasdelli alias Giuseppe Giacobazzi, ovvero l’uomo e la sua maschera.
Un dialogo, interiore ed esilarante, di 25 anni di convivenza a volte forzata.
25 anni fatti di avventure ed aneddoti, situazioni ed equivoci, gioie e malinconie, sempre spettatori e protagonisti di un’epoca che viaggia a velocità sempre maggiore. Dove in un lampo si è passati dalla bottega sotto casa alle “app” per acquisti, dal ragù sulla stufa ai robot da cucina programmabili con lo smartphone; il tutto vissuto dall’uomo Andrea e raccontato dal comico Giacobazzi. Come in uno specchio, o meglio come in un ritratto (l’omaggio a Dorian Gray è più che voluto), dove questa volta ad invecchiare è l’uomo e non il ritratto.
Sono proprio questi i “NOI” che vediamo riflessi nei nostri mille volti (i rimandi letterari non mancano, dal già citato Wilde a Pirandello, da Orwell a Hornby), convivendo, spesso a fatica con la bugia del compiacerci e del voler piacere a chi ci sta di fronte.
È uno spettacolo che con ironia e semplicità cerca di rispondere ad un domanda: “Dove finisce la maschera e dove inizia l’uomo?”, che poi è il problema di tutti, perché tutti noi conviviamo quotidianamente con una maschera.

INGRESSO
Platea €40,25 (€35,0 + €5,25 diritti)
Prima Galleria €36,80 (€32,0 + €4,8 diritti)
Seconda Galleria €31,05 (€27,0 + €4,05 diritti)
Terza Galleria €25,3 (€22,0 + €3,3 diritti)

VENDITA ON LINE

INFO SPETTACOLO: Azalea | 0431 510393

EVENTO IN COLLABORAZIONE CON

in “Noi – Mille volti e una bugia”

😷 INFORMATIVA COVID
Per accedere è necessario il green pass.
I biglietti sono nominali: al momento dell’acquisto è necessario indicare i dati di ogni spettatore (all’ingresso sarà necessario esibire un documento).

Andrea Sasdelli alias Giuseppe Giacobazzi, ovvero l’uomo e la sua maschera.
Un dialogo, interiore ed esilarante, di 25 anni di convivenza a volte forzata.
25 anni fatti di avventure ed aneddoti, situazioni ed equivoci, gioie e malinconie, sempre spettatori e protagonisti di un’epoca che viaggia a velocità sempre maggiore. Dove in un lampo si è passati dalla bottega sotto casa alle “app” per acquisti, dal ragù sulla stufa ai robot da cucina programmabili con lo smartphone; il tutto vissuto dall’uomo Andrea e raccontato dal comico Giacobazzi. Come in uno specchio, o meglio come in un ritratto (l’omaggio a Dorian Gray è più che voluto), dove questa volta ad invecchiare è l’uomo e non il ritratto.
Sono proprio questi i “NOI” che vediamo riflessi nei nostri mille volti (i rimandi letterari non mancano, dal già citato Wilde a Pirandello, da Orwell a Hornby), convivendo, spesso a fatica con la bugia del compiacerci e del voler piacere a chi ci sta di fronte.
È uno spettacolo che con ironia e semplicità cerca di rispondere ad un domanda: “Dove finisce la maschera e dove inizia l’uomo?”, che poi è il problema di tutti, perché tutti noi conviviamo quotidianamente con una maschera.

INGRESSO
Platea A+B €40,25 (€35,0 + €5,25 diritti)
Platea C+Rialzata €36,80 (€32,0 + €4,8 diritti)
Prima Galleria €31,05 (€27,0 + €4,05 diritti)
Seconda Galleria €25,3 (€22,0 + €3,3 diritti)
Loggione €17,25 (€15,0 + €2,25 diritti)

VENDITA ON LINE

INFO SPETTACOLO: Azalea | 0431 510393

EVENTO IN COLLABORAZIONE CON

in “Comincium”

😷 INFORMATIVA COVID
Per accedere è necessario il green pass.
I biglietti sono nominali: al momento dell’acquisto è necessario indicare i dati di ogni spettatore (all’ingresso sarà necessario esibire un documento).

“Eccoci qui…. Sembra passato un secolo. I ricordi del sipario che si apre, i fari che si accendono, i vostri sorrisi, gli applausi. Il teatro. La nostalgia di quella atmosfera di complicità, che ci avvolgeva tutti quanti, dal palcoscenico alla platea rendendoci partecipi, ogni sera, di un momento unico ed irripetibile: lo spettacolo. Sembra passato un secolo. Rieccoci qui. Ricominciamo, con tanta voglia di incontrarvi nuovamente, col desiderio di divertirci e farvi divertire. Ricominciamo con uno spettacolo leggero, divertente, che scorre anche sulle note di una band d’eccezione, di grandi professionisti. Ricominciamo, perché senza dimenticare tutto ciò che abbiamo vissuto in questi due anni, abbiamo il desiderio di riprendere a sorridere. Abbiamo voglia di leggerezza. E allora, ripartiamo da dove eravamo rimasti ovvero dalla voglia di vedervi ridere. Riprendiamo quel cammino che negli ultimi venticinque anni ci ha permesso di raccontarvi le nostre storie, i nostri incontri; ci ha permesso di ridere innanzitutto di noi stessi, come davanti ad uno specchio, e ci ha aiutato a condividere, con voi, la nostra comicità. Siamo pronti. Buio. Comincium! … perché ci siete mancati tanto.”

INFO SPETTACOLO: Centro Servizi S. Chiara | 0461 213834

EVENTO IN COLLABORAZIONE CON

in “Comincium”

‼️ INFORMAZIONI UTILI ‼️
⏲️ PRESENTARSI ALMENO 20 MINUTI PRIMA dell’inizio per permettere il regolare svolgimento dei controlli;
🎟️ Biglietti ancora disponibili! Acquistabili online o al botteghino del Teatro;
🏪 Apertura botteghino: ore 19:00;
🟩 All’ingresso sarà necessario esibire il super green pass come da normativa vigente;
😷 Mascherina FFP2 obbligatoria;
🔁 Cambio nominativo gratuito disponibile in biglietteria fino alle ore 20:30.

“Eccoci qui…. Sembra passato un secolo. I ricordi del sipario che si apre, i fari che si accendono, i vostri sorrisi, gli applausi. Il teatro. La nostalgia di quella atmosfera di complicità, che ci avvolgeva tutti quanti, dal palcoscenico alla platea rendendoci partecipi, ogni sera, di un momento unico ed irripetibile: lo spettacolo. Sembra passato un secolo. Rieccoci qui. Ricominciamo, con tanta voglia di incontrarvi nuovamente, col desiderio di divertirci e farvi divertire. Ricominciamo con uno spettacolo leggero, divertente, che scorre anche sulle note di una band d’eccezione, di grandi professionisti. Ricominciamo, perché senza dimenticare tutto ciò che abbiamo vissuto in questi due anni, abbiamo il desiderio di riprendere a sorridere. Abbiamo voglia di leggerezza. E allora, ripartiamo da dove eravamo rimasti ovvero dalla voglia di vedervi ridere. Riprendiamo quel cammino che negli ultimi venticinque anni ci ha permesso di raccontarvi le nostre storie, i nostri incontri; ci ha permesso di ridere innanzitutto di noi stessi, come davanti ad uno specchio, e ci ha aiutato a condividere, con voi, la nostra comicità. Siamo pronti. Buio. Comincium! … perché ci siete mancati tanto.”

INGRESSO
Platea e Galleria centrale €40,0 (€35,0 + €5,0 diritti)
Galleria laterale €32,0 (€28,0 + €4,0 diritti)
Loggione (non numerato) €24,0 (€21,0 + € 3,0 diritti)

PREVENDITA
Belluno: Scoppio Spettacoli | 0437 948874
Conegliano: Jungle Records | 0438 410746
Castelfranco Veneto: De Santi | 0423 492743
Montebelluna: Compact | 0423 300377
Roncade: Hamearis Tour | 0422 842403

VENDITA ON LINE

INFO SPETTACOLO: Scoppio Spettacoli | 0437 948874

in “Noi – Mille volti e una bugia”

Recupero del 7 aprile 2020

😷 INFORMATIVA COVID
Per accedere è necessario il green pass.
I biglietti sono nominali: al momento dell’acquisto è necessario indicare i dati di ogni spettatore (all’ingresso sarà necessario esibire un documento).

In ottemperanza all’emergenza sanitaria per evitare il diffondersi del COVID-19 e alle relative nuove disposizioni ministeriali, lo spettacolo di Giuseppe Giacobazzi, previsto inizialmente il 7 aprile 2020 (e già posticipato al 21 maggio 2020), viene rinviato a venerdì 29 aprile 2022.
I biglietti acquistati su TicketOne per la data originaria restano validi. Contrariamente i tagliandi emessi dal circuito GeTicket/Unicredit devono essere sostiuiti come indicato di seguito.

Hai un biglietto GeTicket/Unicredit?

Per accedere è necessario convertirlo!

I biglietti emessi dal circuito GeTicket / Unicredit non sono più validi fiscalmente per l’accesso allo spettacolo.
Per tale motivo sono stati tutti convertiti in un nuovo tagliando VivaTicket. Il posto precedentemente acquistato rimane confermato.

Sei in possesso di uno di questi biglietti?
Per convertirlo è necessario:

Inviare una mail a info@scoppiospettacoli.it con le seguenti informazioni: Nome, Cognome e Cellulare di ogni spettatore; Data, Settore, Fila e Posto presenti sul tagliando originale.
Sarà poi possibile ritirare il nuovo biglietto la sera dello spettacolo.

Provvedi alla conversione entro il 15 aprile 2022!
I biglietti emessi da TicketOne non necessitano di sostituzione.

Andrea Sasdelli alias Giuseppe Giacobazzi, ovvero l’uomo e la sua maschera.
Un dialogo, interiore ed esilarante, di 25 anni di convivenza a volte forzata.
25 anni fatti di avventure ed aneddoti, situazioni ed equivoci, gioie e malinconie, sempre spettatori e protagonisti di un’epoca che viaggia a velocità sempre maggiore. Dove in un lampo si è passati dalla bottega sotto casa alle “app” per acquisti, dal ragù sulla stufa ai robot da cucina programmabili con lo smartphone; il tutto vissuto dall’uomo Andrea e raccontato dal comico Giacobazzi. Come in uno specchio, o meglio come in un ritratto (l’omaggio a Dorian Gray è più che voluto), dove questa volta ad invecchiare è l’uomo e non il ritratto.
Sono proprio questi i “NOI” che vediamo riflessi nei nostri mille volti (i rimandi letterari non mancano, dal già citato Wilde a Pirandello, da Orwell a Hornby), convivendo, spesso a fatica con la bugia del compiacerci e del voler piacere a chi ci sta di fronte.
È uno spettacolo che con ironia e semplicità cerca di rispondere ad un domanda: “Dove finisce la maschera e dove inizia l’uomo?”, che poi è il problema di tutti, perché tutti noi conviviamo quotidianamente con una maschera.

INGRESSO
Platea e galleria centrale €37,5 (€33,0 + €4,5 diritti)
Galleria laterale €32,0 (€28,0 + €4,0 diritti)
Loggia €26,0 (€23,0 + €3,0 diritti)

PREVENDITA
Conegliano: Jungle Records | 0438 410746
Castelfranco Veneto: De Santi | 0423 492743
Montebelluna: Compact | 0423 300377
Roncade: Hamearis Tour | 0422 842403
Belluno: Scoppio Spettacoli | 0437 948874

VENDITA ON LINE

INFO SPETTACOLO: Scoppio Spettacoli | 0437 948874